Archeotrekking a Vulci: un’esperienza indimenticabile. Il Parco Naturalistico Archeologico di Vulci organizza un percorso di 7 km che inizia dalla visita ai resti della città etrusco-romana

per estendersi ai luoghi più rappresentativi dal punto di vista naturalistico-archeologico del Parco. Una guida ambientale accompagna i visitatori lungo tutto il percorso per una durata di alcune ore. Tra i luoghi di maggior interesse , dopo aver guadato a piedi il letto del fiume Fiora, si accede alla necropoli Orientale si giunge alla Tomba François, la più nota tra le tombe etrusche di Vulci, capolavoro dell’architettura funeraria etrusca e simbolo della potenza dell’aristocrazia vulcente del IV secolo a.C. Poco distante si può ammirare il più grande tumulo funerario etrusco rappresentato dalla tomba della Cuccumella. La visita al suggestivo Laghetto del Pellicone, con la sua cascata, è il luogo ideale per una rinfrescante sosta prima del pranzo (al sacco o presso il ristorante del parco). Il percorso riprende con la parte dedicata alla natura inaspettata: rocce vulcaniche curiosamente scolpite dall’acqua, cascatelle e, in ultimo, la straordinaria vista dal basso dell’imponente Ponte della Badia.

Per partecipare è necessaria la prenotazione telefonando al Parco di Vulci: 0766.89298 .Da non dimenticare: scarpe da trekking, cappello, acqua .

Informazioni : 0766.89298 – vulci.it

Questo sito per una corretta esecuzione necessita dei Cookies: utilizzando il nostro sito, l'utente accetta il nostro utilizzo da parte dei Cookies.